• Account
  • Carrello
La nostra storia

La nostra storia

SCOPRI LA STORIA DI BURBERRY

1856

Thomas Burberry fonda Burberry a Basingstoke a soli 21 anni, basandosi sull’idea che l’abbigliamento dovrebbe essere progettato per proteggere dalle condizioni del clima britannico.

1879

Gabardine Asset

Thomas Burberry inventa la gabardine. Traspirante e impermeabile, questo tessuto è una vera e propria rivoluzione nell’abbigliamento contro le intemperie, fino ad allora pesante e scomodo da indossare. La gabardine viene brevettata nel 1888.

1893

Esploratore polare norvegese, zoologo e vincitore del premio Nobel per la pace, il dott. Fridtjof Nansen è il primo a utilizzare la gabardine Burberry durante una spedizione nel Circolo Polare Artico.

CIRCA 1901

L’azienda organizza un concorso pubblico per progettare un nuovo logo per il marchio. L’opera vincitrice si ispira alle armature del 13° e 14° secolo esposte alla Wallace Collection di Londra: nasce il marchio del cavaliere equestre.

L’azienda organizza un concorso pubblico per progettare un nuovo logo per il marchio. L’opera vincitrice si ispira alle armature del 13° e 14° secolo esposte alla Wallace Collection di Londra: nasce il marchio del cavaliere equestre.

1908

Il comandante Edward Maitland indossa la gabardine Burberry per volare dal Crystal Palace alla Russia a bordo di una mongolfiera, coprendo una distanza di 1117 miglia in 31 ore e mezza. In quell’occasione stabilisce il record della distanza più lunga percorsa sorvolando il mare e il record britannico di volo a lunga distanza.

1912

Il cappotto Tielocken, disegnato da Thomas Burberry, viene brevettato. Considerato il predecessore del trench, il Tielocken si chiude con una cintura con fibbia singola e presenta un solo bottone sul collo.

1913

Presente a Londra dal 1891, Burberry si trasferisce in una sede più grande nel quartiere londinese di Haymarket, progettata dal famoso architetto Walter Cave.

1914-1917

BRITISH EXPLORER SIR ERNEST SHACKLETON

Il famoso esploratore britannico Sir Ernest Shackleton indossa la gabardine Burberry per ben tre delle sue imprese all’inizio del 20° secolo, compresa la spedizione Endurance.

1914-1918

Il trench Burberry è stato inventato durante la prima guerra mondiale. Il design funzionale include spalline utilizzate per agganciare attrezzature militari quali guanti e fischietti, anelli a D per trasportare le granate, la pattina frangivento per un’ulteriore protezione durante l’azione e la patta antipioggia per consentire all’acqua di scorrere via facilmente.

1914-18 Burberry Trench

Anni '20

Motivo tartan Vintage check

Il motivo tartan Burberry, che ora è un marchio registrato, viene introdotto come fodera per i nostri capi antipioggia.

1934

1934 Asset

Burberry offre la consegna al cliente il giorno stesso, a Londra, con il proprio veicolo.

1937

Burberry sponsorizza un volo da record da Croydon a Città del Capo, a bordo di un aereo chiamato “The Burberry”. Entrambi gli aviatori, l’ufficiale Arthur Clouston e Betty Kirby-Green, indossano capi del marchio.

Arthur Clouston and Betty Kirby-Green

1955

Sua Altezza Reale la Regina Elisabetta II concede a Burberry la Royal Warrant, un’onorificenza che insignisce il marchio del titolo di Weatherproofer.

1965

Un cappotto su cinque esportati dalla Gran Bretagna è firmato Burberry.

1972

Burberry acquisisce formalmente la fabbrica di Castleford, luogo di nascita del trench Burberry, aumentando in questo modo la sua presenza nel panorama manifatturiero del Regno Unito; un’eredità che continua ancora oggi.

1990

Burberry riceve da Sua Altezza Reale il Principe di Galles la Royal Warrant come Outfitter.

1999

Burberry’s diventa Burberry; per l’occasione, il direttore artistico Fabien Baron disegna un nuovo logo per il marchio.

2000

Burberry apre la prima boutique in Bond Street.

2001

Christopher Bailey diventa direttore creativo.

2002

Burberry diventa una società quotata nella Borsa di Londra.

2008

La Burberry Foundation viene costituita come ente di beneficenza indipendente per scopi benefici generali e concessione di sovvenzioni.

2009

La sfilata Primavera/Estate 2010 si trasferisce da Milano a Londra, in occasione del 25° anniversario della London Fashion Week.

2010

2010

Burberry è il primo marchio a proporre lo streaming live di una sfilata di moda.
Inoltre, è il primo marchio di lusso ad aderire alla Ethical Trading Initiative.

2011

La vendita al dettaglio diventa il canale di distribuzione principale, portando il marchio ad allontanarsi da un modello basato sulla grande distribuzione e le licenze. La percentuale passa dal 43% nel 2005/2006 al 64% nel 2010/2011.

Burberry lancia il primo “Tweetwalk”, presentando su Twitter la sua collezione donna Primavera/Estate 2012 e postando ogni look in diretta appena prima che sfili in passerella.

2014

Burberry gestisce direttamente oltre 500 boutique in tutto il mondo.

2016

Burberry viene riconosciuta dal Dow Jones Sustainability Index come azienda leader del settore “Tessili, abbigliamento e beni di lusso”.

Sustainability

Burberry è il primo marchio a mettere le collezioni delle sfilate a disposizione dei clienti per l’acquisto subito dopo lo show.

2017

Burberry e il Royal College of Art (RCA) annunciano l’istituzione del Burberry Material Futures Research Group, con l'obiettivo di adottare un approccio radicale per inventare nuovi materiali sostenibili, trasformare l’esperienza di acquisto del cliente e proporre innovazioni a vantaggio del settore e di tutta la comunità.

2018

Rainbow Check

Burberry celebra la diversità e l’inclusione decorando con il Rainbow Vintage check i capi della collezione di febbraio e facendo donazioni a tre organizzazioni leader: l'Albert Kennedy Trust, il Trevor Project e ILGA, tutte dedicate al sostegno dei giovani LGBTQ+ in tutto il mondo.

Burberry diventa uno dei partner principali dell’iniziativa “Make Fashion Circular” della Ellen MacArthur Foundation, che contribuisce a sviluppare soluzioni ad alcuni dei più grandi problemi ambientali che affliggono l’industria della moda, puntando a un’economia circolare.

Riccardo Tisci viene nominato direttore creativo del marchio.

Burberry lancia un nuovo logo e monogramma con Peter Saville.